Questo blog...

...potrebbe sembrare un blog di cucina...in parte lo è, ma in verità è un blog su di me. Si perchè per me raccontarvi queste ricette è come raccontare me stessa, i ricordi che i profumi della cucina mi evocano. Si perchè per me inventare, sperimentare, è partire dalle cose che ho visto fare per anni, sin da piccola, alle cuoche della famiglia...la mamma, le nonne e le zie...e modificare questo, aumentare qua, e diminuire là.

giovedì 20 novembre 2014

Semplicemente ciambella all'acqua


Oggi vado un po' di fretta, post telegrafico.
In verità ho programmato il post perchè sono fuori per lavoro fino a venerdì sera. Poi sabato mattina si parte alla volta di Bergamo per un weekend di spupazamento delle nipotine...e ovviamente sperimentazioni culinarie. L'altra sera per telefono la grande mi ha detto che dobbiamo fare i biscotti di Hello kitty. E io ovviamente mi sono messa subito in cerca di ispirazioni sulla decorazione.

Ma veniamo a noi. Mi sono accorta che nel mio blog mancava un grande classico, il mitico ciambellone all'acqua di Adelaide Mellese! non so come mai visto che lo preparo spesso quando ho poco tempo e manca l'ispirazione.
In giro ne ho trovato due versioni, la classica con le uova, che è quella che vi propongo oggi, e una senza uova, quindi senza uova, latte e burro, prossimamente su questi schermi. Ho ridotto un pochino le dosi perchè il mio stampo da ciambella non è molto grande, per il resto tutto uguale.
Tanto per renderla più golosa l'ho spalmata di cioccolato fondente...da leccarsi le dita ^___^

Ora vi saluto e vi auguro un buon fine settimana.
Baci baci

PS: per chi fosse molto carinamente preoccupato per il mio ginocchio, posso dire che ora va molto meglio. Ma per compensare mi è venuto un gran male alla pianta dell'altro piede. Ma questa è un'altra storia.

Ciambellone all'acqua
Ingredienti
2 uova grandi
200 g di zucchero
130 ml di acqua
aroma vaniglia
1 bustina di lievito (io un po' meno)
220 g di farina
100 ml olio di semi
cioccolato fondente per decorare

Preparazione
In una ciotola montate le uova con lo zucchero fino a quando non otterrete un composto spumoso. Incorporate l’olio, l’acqua, la vanillina, la farina e il lievito; mescolate tutto dal basso verso l’alto per unire bene gli ingredienti. Imburrate e infarinate uno stampo per ciambelle e versateil composto. Fate cuocere in forno preriscaldato a 170° per 45 minuti circa. Terminata la cottura sformate e fate raffreddare su una gratella. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria e colatelo sulla ciambella.

Stampa il post

lunedì 17 novembre 2014

Biscotti simil Linzer integrali


- Mi dica signora 
- Ecco... dunque... 
- Non si preoccupi, mi chieda pure.  
- Mah... è che io sono un caso "davvero estremo" 
- Non si preoccupi, tanto qui ricevo richieste di tutti i tipi ogni giorno 
- Vabbè se lo dice lei, allora chiedo 
- Vada vada, non si preoccupi (sorriso di comprensione) 
- Ecco io cercavo le patate dolci americane, e anche delle patate viola 
- Beh tutto qui? Certo che le ho, si figuri queste sono cose facili 
- Si?!?? Ho girato mezza città per trovarle 
- Le prossime volte lei venga da me, io ho tutto e se non ce l’ho glielo posso procurare senza problemi. 
- Davvero ???? (emozione) 
- Sicuro. E magari le interesserebbero anche le carote viola (sorrisetto complice)
- Eccerto!!! 
- Guardi ho anche delle nocciole con il guscio davvero stupende. 

A questo punto mi fa vedere un saccone pieno di nocciole. E chi avrebbe potuto resistere. Ovvio che me ne sono portate a casa una bel sacchetto. Stavo per uscire con la mia sportina piena di delizie e gli occhi che mi brillavano di felicità quando mi dice 

- Io ho capito che tipo è lei 
- Dice? 
- Sa che tra un po’ mi arriva il rabarbaro?
.......
In quel momento sono crollata, mi sono data un pizzicotto perché ero troppo incredula. Sicuramente un sogno. Ho trovato la mia spacciatrice di "stranezze culinarie" ^____^ 


Qualche giorno fa vi avevo avvertito che ero in periodo biscottamento, ecco questo è una delle produzioni. Biscotti con farina integrale e farina di nocciole coperti con granella di nocciole. Rustici e gustosi.

La ricetta e' una mia variante della ricetta dei biscotti Linzer di Patrizia. A proposito, stà per uscire il suo primo libro, lo sapevate vero? Mi raccomando non potete farvelo scappare (non pensate male, questa pubblicità assolutamente gratuita perchè lei è davvero brava, io non ci guadagno proprio nulla).
Ho fatto solo alcune piccole modifiche, ho usato la farina integrale invece di quella 00 e ho omesso le spezie perche' volevo proprio che si sentisse l'aroma intenso delle nocciole.
Perfetti da sgranocchiare sul divano insieme a una bella tazza di te' fumante.

Biscotti Linzer integrali
Ingredienti (per circa 20 biscotti) 
150 g di farina integrale 
80 g di farina di nocciole (o nocciole tritate fini)
1 uovo intero
50 g di zucchero a velo 
125 g di burro freddo 
1 cucchiaino di lievito
aroma vaniglia 
sale un pizzico
granella di nocciole per decorare

Procedimento 
Prima di tutto tostate le nocciole per 2/3 minuti in forno a 180. Mettete in una ciotola le farine, aggiungete il burro freddo a pezzetti e sfarinate come per fare una frolla. Poi unite lo zucchero a velo e il lievito setacciati, e il sale. Aggiungete l'uovo e la vaniglia e impastate velocemente fino ad agglomerare il tutto. Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e metterlo nel frigo per almeno un paio d' ore. Riprendere la frolla e stenderla su un foglio di carta forno con uno spessore di circa 3/4 millimetri quindi rimetterla in frigo per una ventina di minuti. Ricavare poi dei rettangoli con uno stampino per biscotti e passate la superficie sulla granella di nocciole. Cuocete a 170° per circa 10 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare. 



Stampa il post

lunedì 10 novembre 2014

Torta soffice alle mandorle con mascarpone e uva fragola


E' da una settimana che non riesco a correre, mi fa male un ginocchio.
Ma non perchè mi sia sforzata, no. Solo perchè un cretino mi è venuto addosso e mi ha fatto perdere l'equilibrio. E io sono caduta come un sacco di patate sul ginocchio sinistro. Risultato ematoma enorme.
Se non corro mi innervosisco, e se mi innervosisco finisco per mettermi in cucina a preparare dolci. Cosa che ovviamente diventa ancora più controproducente visto che poi finisco anche per mangiarmeli. Ma bisogna pur rilassarsi ogni tanto ^__^

Ieri abbiamo fatto l'ultima raccolta di uva fragola del papy, ora basta (sospiro di sollievo, ce ne era così tanta che quasi non se ne poteva più!). Ma preparatevi perchè sta per arrivare il periodo melagrane, prossimamente su questi schermi. 

Non avendo più voglia di mangiare uva fragola l'ho utilizzata in una torta, cosa c'è di meglio di una bella torta per colazione? 
semplice semplice, mascarpone al posto del burro (cosa che oramai faccio spessissimo), un po' di farina di mandorle per dare un tocco in più, poi uva fragola e biscotti sbriciolati per decorare. 

Semplice ma buona, molto soffice, da gustare sia da sola a colazione insieme a una bella tazza di latte, oppure magari accompagnata da una crema inglese o una salsa al cioccolato per il tè del pomeriggio.


Torta soffice alle mandorle con mascarpone e uva fragola
Ingredienti (stampo da 22cm)
200 g di mascarpone Optimus
2 uova
180 g di zucchero
150 g di farina 00
80 g di farina di mandorle (o mandorle tritate fini)
1/2 bustina di lievito
sale un pizzico
aroma mandorla amara
uva nera
biscotti sbriciolati

Preparazione
Lavorare con una frusta il mascarpone insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema molto morbida e spumosa, poi aggiungere una per una le uova. Montate bene dopo l'aggiunta di ogni uovo, almeno cinque minuti e vedrete che il composto si gonfierà tantissimo. Quindi aggiungere la farina setacciata precedentemente mescolata con il lievito e il sale, poi aggiungete la farina di mandorle. Aggiungete un po' per volta, il composto diventerà bello sodo. Versare il tutto in uno stampo imburrato e infarinato, distribuite sopra gli acini di uva e i biscotti sbriciolati e infornare a 170°C per circa 40 minuti. 

Con questa ricetta partecipo al concorso "Entra nella storia e vinci con il mascarpone Optimus"


Stampa il post

mercoledì 5 novembre 2014

Taste&More 11 - Pizza!!!!!


Ragazzi oggi è un gran giorno, oggi esci il numero 11 di Taste&More.
Anche questa volta le rubriche sono davvero interessanti. Si va dalle uova, un ingrediente base della nostra cucina, agli arrosti insoliti, con frutta fresca o secca e verdure. Se invece volete rilassarvi sul divano, potete godervi le proposte di snack da divano, piccoli snack e stuzzichini, divertenti e non banali, sia salati che dolci. Se invece siete a dieta, quindi niente schifezza da divano, vi consiglio la rubrica slaw revolution, tante insalatine sfiziose e colorate.

Ma visto che prima o poi ci toccherà pensare al cenone di Natale, in cui il dolce non può sicuramente mancare, vi consiglio di andare a sbirciare la sezione sui tronchetti/rotoli natalizi. E per finire, perchè non pensare a qualcosa di alternativo per Natale, tipo una "pizzata" tra amici o familiari?


Ecco se siete in vena pizza, io vi propongo una pizza un po' alternativa, una pizza dolce con ricotta, pere e cioccolato. Insomma un classico della pasticceria rivisitata in versione pizza. Si vede che son golosa vero?!?? ^___^

La ricetta della base è quella di Michela. Devo dire che è davvero fantastica, soffice dentro ma bella croccante fuori. L'impasto è piuttosto idratato, non facilissimo da incordare a mano. Io ho seguito il consiglio di Michela di impastare con la tecnica dello stretch&fold, In pratica sbatti sulla spianatoia l'impasto e lo arrotoli. Davvero divertente, vi assicuro che è proprio rilassante e distensivo.
Se durante l'operazione pensate al vostro capo vedrete che vi verrà una pizza da favola....mi raccomando, bisogna sbattere forte ;-)


Io amo accostare il salato al dolce, ad esempio i formaggi con il miele, magari di castagno o corbezzolo, gli arrosti con la frutta, il roastbeef con la confettura di lamponi, etc. etc. Quindi visto che le altre proposte del numero sono tutte salate ho pensato di dare il mio contributo al tema, ma declinando la pizza in versione dolce. 
Secondo me l'abbinata base salata con ripieno dolce è davvero azzeccata. Purtroppo le foto non mi sono venute un granchè, e non rendono bene la bontà di questa pizza. 

Pizza ricotta e pere 
Ingredienti per 3 pizze 
530 g di farina 00
370 g di acqua
2 g di lievito di birra fresco
 15 g di olio aromatico
10 g di sale

per la farcia 
400 g di ricotta
5 cucchiai di zucchero semolato
3 pere medie
4 cucchiai di latte
150 g di cioccolato fondente

Preparazione
Il giorno prima dell'impasto, preparate l'olio aromatico con origano e dragoncello (o altre erbe a piacere). Al momento di impastare, sciogliete il lievito di birra nell'acqua nella ciotola dell'impastatrice. Aggiungete la farina e impastate per circa 5 minuti. Aggiungete l'olio aromatico a filo, lasciandolo assorbire, quindi aggiungete il sale. Rovesciate l'impasto su un piano da lavoro e impastatelo utilizzando la tecnica dello stretch&fold, adatta ad impasti piuttosto idratati come questo. Ponete l'impasto all'interno di una ciotola con coperchio, lasciate riposare un'ora a temperatura ambiente, quindi trasferite la ciotola in frigorifero, lasciando riposare l'impasto fino al giorno successivo. Togliete l'impasto dal frigorifero e lasciatelo riposare due ore a temperatura ambiente. Dividete l'impasto in tre parti e arrotondate ogni porzione. Spolverate le teglie di semola rimacinata, quindi stendere gli impasti nelle teglie, picchiettandoli dal centro verso l'esterno con la punta delle dita unte di olio. Coprite e lasciate riposare 1 ora. Accendete il forno alla massima temperatura e lasciatelo scaldare bene. 
Mentre il forno si scalda, mescolate con una frusta la ricotta con lo zucchero e spalmatelo sulle pizze. Infornatele e cuocete fino a che la crosta non diventa bella croccante, circa 30 minuti. Nel frattempo caramellate le pere tagliate a fette insieme a due cucchiai di zucchero in una padella antiaderente. Quando la pizza è cotta distribuite sulle pizze. Per la salsa al cioccolato portate il latte quasi a bollore, poi scioglieteci dentro il cioccolato tagliato a coltello. Distribuite sulla pizza con la sa a poche.



Se non lo avete ancora fatto, passate a sbirciare il blog dedicato alla nostra rivista. Vi aspettiamo qui, a braccia aperte!
Stampa il post

lunedì 3 novembre 2014

Soba asian style? no italian style!


Cosa avete fatto nel weekend? 
io mi sono goduta il caldino di questi giorni, ieri ho fatto una bella corsetta, ho sperimentato una ricetta dolce tipica di quetse zone che non avevo mai provato (stay tuned ^__^). E poi mi sono divertita a giocare e coccolare la pelosetta di casa. Anche lei ha bisogno di attenzioni e di coccole :-)

Ieri qua era bello, c'era il sole e la temperatura era relativamente mite, e la cosa mi ha inconsciamente indotto a preparare qualcosa per pranzo che fosse leggero ma saporito. Non avevo voglia del classico pranzo della domenica (buon per carità) carico e impegnativo, per intenderci quello che alla fine quasi non riesci più ad alzarti dal tavolo.

Avevo in dispensa un resto di soba rimasta da questa ricetta e ho deciso che era arrivata l'ora giusta per finirla. La soba fa bene, è di grano saraceno, quindi gluten free, e inoltre ha un bassissimo indice glicemico, perfetto per stare leggeri ma con gusto.
Per la preparazione mi sono lanciata in sperimentazioni, diciamo che ho seguito l'istinto. Zucchini a dadini salatati nel wok con un filo d'olio, poi un cucchiaino di formaggio spalmabile per rendere il tutto più cremoso e infine una grattatina di scorza di limone per dare un tocco di fresco al tutto.

Magari non farà proprio "pranzo della domenica" ma a me è proprio piaciuto, fresco, leggero ma gustoso. E poi via per una bella passeggiata rilassante ^___^

La principessa vi vuole fare un salutino!


Soba con zucchine, formaggio spalmabile e limone
Ingredienti (per 2 persone)
140 g di soba (spaghetti di grano saraceno integrale)
brodo vegetale
2 zucchine
2 cucchiai di formaggio spalmabile
1 limone bio

Preparazione
Cuocete la soba in brodo vegetale seguendo le indicazioni sulla confezione. Nel frattempo tagliate a cubetti piccoli le zucchine. Scaldare un filo d'olio nel wok, e saltate le zucchine. Devono rimanere abbastanza croccanti, non troppo cotte. Togliete le zucchine e sciogliete il formaggio nella stessa padella, buttateci la soba, mantecate e infine unite le zucchine. Impiattate con una bella grattata di scorza di limone.

Stampa il post
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...